Roma sparita

16 aprile 2012

Roma sparita. Parole straniere nel dialetto romanesco


Giornale in dialetto romanesco
Tanti stranieri, tante nazionalità diverse, tante parole entrate nel linguaggio di Roma sparita riportate da Luigi Zanasso.

Dal francese.  Moltissime le parole di origine francese passate nel dialetto romanesco.  In tutte le epoche, a Roma era stata particolarmente numerosa la comunità francese:  nobili famiglie imparentate con i reali francesi avevano le loro residenza a Roma, rappresentanti delle  ricche casate francesi che avevao i loro interessi presso la curia papale, e anche il corpo diplomatico (etc). Ma soprattutto  fra fine '700 e primi '800, Roma aveva subito la dominazione francese e anche dopo, negli ultimi anni di vita dello Stato pontificio continui erano stati i rapporti con la Francia. Non stupisce quindi il consistente numero di francesismi entrati nel linguaggio romano.

Alò dal francese Allons=  su, forza, andiamo.                   
Ammusà’ dal francese Amuser = divertirsi, vuol dire: immusonirsi, mettere il muso.
Andriè dal francese Andriènne.= sorta di veste da camera a strascico
A-quer-mifó dal francese Comme il faut = Come occorre.
Argianfettù dal francese "L’argent fait tout" = Il denaro è tutto
Bidè dal francese: Bidet = bidè 
Bignè dal francese: Bignet= Pasticcino tondo riempito con crema o cioccolato, zabaione ecc., e ricoperto di glassa, a Roma, panino a forma di grossa rosetta;
Bombè dal francese: Bombet =bombato
palazzo Farnese (G.Vasi)
Bonè dal francese: Bonet.=berretto
Burrò dal francese: Bureau= ufficio
Bordacchè dal francese: Brodequins.= scarpone
Brolocco; berlocco dal francese: Breloque = ciondolo
Biggiù dal francese Bijou =gioiello
Buffè dal francese Buffet = Credenza, buffet
Carmagnòla: dal francese Carmagnole=    un gilet con file di bottoni di metallo, con panciotto di tre colori e con una fascia rossa.
Carmagnole
Chènchè dal francese Quinquet: = lume a olio.
Ciappa-e dal francese Chape= cappa
Commò dal francese Comode =cassettone
Crompan-pà dal francese Comprende pas = Non comprende
Cormifò dal francese Comme il faut = come occorre, opportunamente
Corsè dal francese Corset = corsetto
Consumè dal francese Consommé = Brodo ristretto
Culì: Culis dal francese: concentrato detto di alimento.
Decretone dal francese Decroteur: = Lustrascarpe.
Desabbigliè dal francese: Deshabillé = spogliato.
Diggiunè dal francese Déjeuner= colazione
Etaggè dal francese Etagèr= scaffale

Gargantua
Frufrù dal francese Frou—frou. = fruscio
Gargante dal francese: Gargantua (gigante e re famoso per la sua grande capacità di mangiare e bere a Rabelais; novella satirica di Rabelais).
Gargottara dal francese Gargotte=bettola
Giaccò dal francese Jagò= Jago
Gilè dal francese Gilet= panciotto
Gianfutre dal francese Jean foutre=pincopallino
Inciarmà dal francese: Charmer= incantare
Landavo dal francese Landau= landò, carrozza a quattro ruote e doppia copertura retraibile a mantice.
Mammà dal francese Maman= mamma.
Marcià’ dal francese Marcher = marciare
Mondié! dal francese Mon Dieu = mio Dio
Muère dal francese: Amuerre =
Muntuvare dal francese: Montoir= montare detto di cavallo
Musiù o Munzù dal francese: Meusieur= Signore
Nneppà dal francese N’est-pas = Non  è
Padedù dal francese: Pas-de-deux= passo a due
Pappiè dal francese: Papier= carta
Poncio dal francese: Punch= bevanda calda
Ragù dal francese Ragù = ragù
Redrè dal francese Retrait =ritratto.


Orologio di Isaac Soret
(Genève. 1780)
Sacchesorètte dal francese Oriuoli d’Isaac Soret = orologi d’Isaac Soret  (da G.Belli =La celebrità della perfezione degli oriuoli d’Isaac Soret non si è mai estinta presso il volgo, che li reputa la più mirabile opera della meccanica.)
Sóffióne dal francese Soufleur = spazzaneve
Spappiè’ dal francese papier = foglio, carta
Sciarmante dal francese Charmant =affascinante
Supprì dal francese suplise (sorpresa)=crocchetta di riso con ragù di carne e regaglie di pollo, di forma ovoidale, impanate e fritte.
Surtù dal francese Surtout =soprattutto
Tamanto dal francese Tant-maint= così molti
Tettattè dal francese Tête à-tête. = testa a testa
Tignone dal francese Chignon: = Chioma.
Visavì dal francese Specchio vis-à-vis =Tipo di armadio munito, sulla faccia esterna degli sportelli, di specchi nei quali la figura umana può riflettersi per intero, caratteristico dei secoli 18°-20°.
Dal tedesco
Schina dal tedesco  Skina  =schiena
Chifel
Ghèghene : Deretano.
Snappe : Acquavite.
Slòffe:  Letto.
Inferlicchese: Busse.
Nìcchese: No.
Tartaifèlle: Il diavolo.
Gurde:: Gulden, fiorino. A Roma scudo.
Trincà’: bere.

 
Dal turco
Giannetta  da Ginetta = lancia corta e leggera che si poteva lanciare come un giavellotto.
Bazzàrrosta = Bazar.
Salamelecche: da  Salam-alaik = Pace a te 

Astracàne sta per Astracan, città della Russia. L'astrakan è una pelliccia che si ottiene con le pelli del karakul, una pecora nera originaria dell'Asia centrale.
Dallo spagnolo
Setaccio da Sedazo = setaccio.
Vappo:  da Guapo = bello.
Maramao: da Maramaldo = Persona perfida e vile che infierisce sui deboli e sui vinti.
Dall’inglese
Milordo: da milord = lord, signore elegante
Milorderia: idem
Chifeni: Chifel = Panino dolce a forma di cornetto, condito con semi di sesamo.