Roma sparita

4 gennaio 2012

Un Santo per ogni malanno

A Roma sparita, le tante difficoltà giornaliere causate da malattie,  da precarie condizioni di vita, da mancanza di igiene,  da povertà  e dalle inesistenti conoscenze scientifiche portavano questa umanità afflitta a rivolgersi ai...santi.
E figuriamoci se a Roma, città del papa, delle chiese, dei preti e delle monache potevano mancare le occasioni per rivolgere le preghiere ai tanti Santi protettori e ai tantissimi Santi Patroni.
Ad esempio ogni corporazioni di Arte e mestieri aveva il suo, per non parlare delle singole malattie, che spesso avevano addirittura più santi protettori.

I santi protettori delle malattie
Il poeta Giggi Zanasso riporta un elenco di santi protettori di alcune malattie abbastanza stringato, e ciò ci induce a pensare che fossero i più gettonati del suo tempo.
Eccoli:
San Libborio protegge dai calcoli renali 
San Gallicano protegge dalla tigna e la rogna  
San Mauro abbate protegge  dai dolori reumatici  
San Tomasso protegge  dalla gotta 
San Biagio protegge dal mal di gola 
Sant’Erasmo protegge dagli spasmi dolorosi  
Sant’Antonio di Padova protegge tutte le bestie da qualunque i malanno e gli uomini da le cadute 
Sant'Apollonia protegge dal mal di denti 
Santa Pupa
Sant’Irene e Santa Elisabetta proteggono dai fulmini 
Santa Bonosa protegge dal vaiolo  
Santa Lucia protegge contro tutti i malanni agli occhi.
Sant’Anna protègge le donne partorienti
San Gaetano protegge chi soffre di collera
San Rocco protegge chi è affetto dalla peste
Santa Marta protegge dalle epidemie 
Sant’Agusto protegge  dal dolore di testa.
Sant’Andrea Avellino protegge dagli accidenti
San Nicola e Sant’Emidio protèggono dai terremoti 
San Maturino e Sant’Aventino protèggono dalla pazzìa
San Zaccaria fa parlàre i muti
Sant’Utropio guarisce gli storpi.
Santo Toto (Teodoro) protegge i malanni dei bambini piccoli, delle balie o de le donne che allattano

Santi protettori dei bambini. A Roma sparita i bambini grandicelli erano protetti da Santa Pupa; mentre i neonati erano protetti da San Teodoro, che a Roma è chiamato Santo Tòto.
Perciò appena qualche bimbi si sentiva male era  portato subito nella chiesa di san Teodoro al Palatino per farlo benedire con le reliquie del santo. 
San Teodoro  proteggeva  anche le donne che allattano.